Fare giusto VS fare in fretta

Sappiamo tutti come ci si sente.

Inizia un progetto nuovo.

La possibilità di riscattarsi dalle schifezze del passato profuma di carta stampata. Vuoi dare il meglio e questa è la volta buona. I compromessi saranno pochi e ben calibrati.

Il mondo reale è inesorabile e pretende che tu consegni in quella fatidica data. Al cliente non interessa se hai usato MVC, ASP, SQL, Ruby, Perl o un rito voodoo. Basta che vada e che costi poco e sia facile da usare. Basta che la sua azienda possa fatturare e che nella sua carta di credito ci sia sempre disponibilità per fare il pieno alla sua Porsche Cayenne nera con cerchi di dimensioni improbabili e finestrini oscurati.

Ti senti un po’ sotto pressione e nella testa i neuroni che tifano per “fare giusto” e quelli che tifano per “fare in fretta” cominciano a scontrarsi. Allora qualche pezzo di codice ti scappa ma ti prometti che una volta consegnata una prima versione base tornerai indietro e sistemerai quel taccone e farai le cose fatte bene.

Quella promessa che ti sei appena fatto si fa chiamare debito tecnico intenzionale. Come i debiti finanziari, anche quelli tecnici hanno gli interessi. Adesso l’hai scampata andando veloce; loro però cammineranno inesorabili e, quando non avrai più il fiato per andare veloce, ti raggiungeranno e ti presenteranno il conto.
E, a quel punto…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s